La Colomba

Cara Nilla,

ti scrivo per raccontarti del mio viaggio.

Eh no, non di un viaggio in particolare, ma proprio di quello che rappresenta per me partire.

“Eh già” -dirai tu con la voce un po’ da stronza- “Ma che argomento originale!”

Per me viaggiare significa diventare una persona migliore. E siccome ho molto da migliorare, spero che ci siano ancora tanti e tanti chilometri sul mio cammino.

Parto, mi muovo, vedo cose e persone diverse, abitudini, cibi, lingue. Strutture sociali, architetture, usanze, musiche. Nuovi patrimoni da custodire negli occhi e nella pancia, come perle in uno scrigno prezioso e raro. Certo occorre saper viaggiare, ma questo neanche te lo sto a dire, perché lo so che sei una personcina sveglia e capisci al volo quello che intendo. E’ una questione di attitudine e di apertura al mondo, di essere in grado di prendere, come lui è in grado di darti. E si tratta anche di serendipità, se mi permetti.

Parto, e ogni viaggio è come se fosse lo stesso, ogni ansia da valigia si somiglia, la paura di perdere il treno, l’aereo, le corse, i ritardi, le coincidenze. Parto e penso: ma perché non sarò restato a casa? Ma tu lo sai Nilla, sei una donna di mondo, tutto questo dura talmente poco che, appena è successo, neanche me ne ricordo.

Allo stesso tempo è come se un viaggio ne comprendesse tanti dentro sé. Uno per ogni cosa nuova che imparo. Uno per ogni vita che vedo.

Poi ritorno e sono migliore. Sono una persona migliore. Non tanto, cioè non tanto da premio nobel o cose del genere, ma un pochino migliore rispetto a quando ero partito, lo sono.

Purtroppo in questi tempi stanno provando a impedirci di viaggiare: le strategie del terrore colpiscono gli aeroporti, che sono per antonomasia i luoghi dove la gente spicca il volo. E’ inutile che provi a spiegare quanto sia terribile e scorretto, non credo che le mie parole sarebbero migliori di quelle di tanti altri. Posso però tacere. Tacere e cercare di non aver paura, continuando a fare quello che ho sempre fatto fino ad oggi: partire.

Certo è bello anche viaggiare con la mente, Nilla! Si possono fare di quei trip che neanche immagini… o forse sì? Non mi stupirei se lo sapessi… Però mia cara Nilla, a te posso dirlo, perché tu c’avevi visto giusto già molto tempo fa, e inoltre sei una giustona: viaggiare con la mente è bellissimo, ma viaggiare muovendo il culo, è decisamente meglio!

CLICCA E STAMPA LA RICETTA!

colomba ricetta

colomba ricetta2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...