Pasteis de Nata

Suor Dolcina non era di certo mai stata un animale da palcoscenico. Quando a 5 anni alle recite dell’asilo nel quartiere di Belem, le assegnarono la parte del tronco (non parlante, non danzante e praticamente con un piede dietro le quinte) capì che nel mondo dello spettacolo non c’era posto per lei.

Crescendo non migliorarono le cose per Dolcina: a 15 anni era la ragazza che veniva dimenticata all’autogrill durante le gite scolastiche, a 18 era l’amica invisibile che accompagna la gnocca di turno, a 22 decise di farsi suora.

Entrando in Monastero era convinta che in una piccola comunità le cose sarebbero migliorate, e invece, niente da fare. Le sorelle iniziavano le preghiere senza di lei, occupavano il suo posto in refettorio e nei momenti di relax le chiedevano se fosse una novizia.

Dolcina doveva trovare una soluzione per mettere fine a questo strazio così pensò: “Non mi vedono? Allora mi sentiranno.” Provò a camminare cantando, ottenne il risultato, ma dovette smettere subito, perché questo non aumentava di certo la sua popolarità, visto che era stonata come una campana. Poi provò fischiettando, ma così facendo attirava tutti i passeri di Lisbona  sottoponendosi a docce di guano. Pensò anche di attaccarsi dei campanellini al velo, ma si rese subito conto che l’effetto odalisca da mille e una notte non sarebbe stato ben veduto.

Dolcina passò la sua vita ad essere notata quanto si nota un muro scrostato, fino a quando un giorno, durante il suo turno di lavoro in cucina, per sbaglio le cadde addosso della polvere di cannella. Andandosi a scrollare le vesti, si accorse che tutte si giravano a guardarla richiamate dal profumo della cannella. Da quel pomeriggio, non passò giorno che Dolcina non si profumasse con un po’ di cannella e tutte le altre finalmente si accorsero di lei.

“OH Yeah, i’m finally an attention whore!”

CLICCA E STAMPA LA RICETTA

(10/12 Pasteis)

Pasteis_Nata_ricetta

Per questa ricetta è necessaria la pasta sfoglia. Ovviamente si può utilizzare quella già pronta, ma per i più temerari, ho scritto anche le dosi che ho utilizzato per farla a mano. Per ora solo le dosi, presto un post dedicato a tutto il procedimento.

Sfoglia

IMG_7214

IMG_7217

nata

4 pensieri su “Pasteis de Nata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...